edilizia5-1130x300.jpg

Bioedilizia, Bpm lancia un mutuo

Le pmi potranno finanziare l’acquisto, la ristrutturazione, l’ampliamento e la costruzione di fabbricati destinati alla loro attività di impresa

Il comparto delle costruzioni in bioedilizia resiste alla crisi immobiliare. Nasce così il nuovo mutuo ipotecario ideato da Banco Popolare in collaborazione con FederLegno, associazione di rappresentanza delle industrie del legno e dell’arredamento. Una soluzione destinata al finanziamento di immobili non residenziali, edificati in bioedilizia, che riconosce la validità dei Protocolli di qualità dei costruttori denominati “Sistema Affidabilità Legno Edilizia” (Sale). 

Il“Mutuo BioEdilizia” del Banco Popolare è un prodotto fondiario a tasso variabile, fisso e variabile con opzione di passaggio a tasso fisso. La copertura arriva fino al 70% del valore dell’immobile o, se minore, del prezzo di acquisto. L’importo massimo finanziabile è di 350.000 euro in 25 anni. La bioedilizia è un'area dell’architettura su cui l'attenzione viene puntata in particolar modo, proprio perché legata al rispetto e alla tutela dell’ambiente e volta alla progettazione e alla costruzione di edifici a basso impatto ambientale.

Grazie a questo mutuo, sarà possibile per le Pmi finanziare l’acquisto, la ristrutturazione, l’ampliamento e la costruzione di fabbricati destinati alla loro attività di impresa, realizzati in bioedilizia e che quindi garantiscono alti standard di efficienza energetica, elevata resistenza antisismica e tempi di realizzazione più contenuti rispetto alle tecniche costruttive tradizionali con importanti risparmi gestionali nel tempo.