energia5-1130x300.jpg

Vento freddo

La corsa all'Artico riguarda anche le rinnovabili. Enel realizzerà un grande impianto in Russia oltre il circolo polare

Soffia il vento in Artico. Enel Green Power, infatti, ha avviato i lavori per l'impianto eolico di Kolskaya, nella regione russa di Murmansk che con circa 201 MW di potenza installata è il piú grande parco eolicoa oggi in costruzione oltre il Circolo polare artico. Il progetto prevede un investimento complessivo di circa 273 milioni.

«Kolskaya è il nostro impianto piú settentrionale, parte di un portafoglio globale che si estende da oltre il Circolo Polare Artico alle aree piú meridionali dell'Africa e abbraccia il mondo da est a ovest, dall'Australia alla parte piú occidentale degli Stati Uniti, nelle piú diverse e sfidanti condizioni climatiche- afferma Antonio Cammisecra, responsabile di Enel Green Power - Con l'apertura del secondo cantiere in Russia, facciamo un altro passo verso il rafforzamento del nostro portafoglio di rinnovabili nel Paese. In prospettiva, ci impegneremo a cercare attivamente nuove opportunitá per le rinnovabili in Russia, continuando nel contempo a sviluppare e costruire i progetti attuali, rafforzando e valorizzando la nostra presenza e competenza nell'area con l'obiettivo di costruire una presenza low-carbon nel Paese»

Enel Russia si è aggiudicata il progetto eolico di Kolskaya nella gara indetta dal governo russo nel 2017 per la costruzione di 1,9 GigaWatt di capacitá eolica, assieme al progetto eolico Azov da 90 MW, che è in costruzione e che dovrebbe entrare in servizio a fine 2020.

Pochi mesi fa 2019, Enel Russia si è anche aggiudicata un impianto di oltre 71 MW, il parco eolico Rodnikovsky nella regione di Stavropol, che dovrebbe entrare in servizio nella prima metá del 2024. L'investimento complessivo in Russia da parte di Enel è di circa 495 milioni per il completamento delle tre strutture e il parco eolico di Kolskaya dovrebbe entrare in servizio entro la fine del 2021 e avrá la capacitá di generare circa 750 GWh l'anno, evitando l'emissione in atmosfera di circa 600.000 tonnellate di CO2. Nel dettaglio l'impianto eolico sarà composto da 57 turbine su un'area di 257 ettari.

Nel complesso Enel Green Power gestisce una capacità di rinnovabili per oltre 43 GW fatta da eolico, solare, geotermia e idroelettrico con una serie di risultati importanti come il prezzo di cessione di elettricità più basso al mondo da fotovoltaico: 2,2 centesimi di dollaro a kWh, in Messico.

Autore

Sergio Ferraris

Sergio Ferraris

Sergio Ferraris, nato a Vercelli nel 1960 è giornalista professionista e scrive di scienza, tecnologia, energia e ambiente. È direttore della rivista QualEnergia, del portale QualEnergia.it e rubrichista del mensile di Legambiente La Nuova Ecologia. Ha curato oltre cinquanta documentari, per il canale di Rai Educational Explora la Tv delle scienze. Collabora con svariate testate sia specializzate, sia generaliste. Recentemente ha riscoperto la propria passione per la motocicletta ed è divenatato felice possessore di una Moto Guzzi Le Mans III del 1983. Il sito web di Sergio Ferraris, giornalista scientifico. 

Ultime pubblicazioni