energia-1130x300.jpg

Nuova road map per l'eolico in Africa

L'Etiopia ha varato una road map per l'eolico con la partecipazione della Danimarca

Le rinnovabili si sviluppano in Africa, in Etiopia, infatti, è stato realizzata una nuova road map per lo sviluppo dei parchi eolici, nell'ambito di un più generale sviluppo delle energie rinnovabili per soddisfare la crescente domanda di elettricità del Paese. Lo riferisce l'agenzia etiope Ena. La road è stata realizzata in collaborazione con l'Agenzia danese per l'energia e copre una serie di questioni, tra le quali la selezione dei siti, la rete elettrica e dei dati per la promozione delle vendite, i finanziamenti, le politiche d'approvvigionamento, la gestione e la manutenzione.

Ciò consentirà inoltre di mobilitare in modo più efficace gli investimenti privati necessari. Secondo quanto anticipato dal ministro dell'Acqua, dell'irrigazione e dell'elettricità Seleshi Bekele il governo etiope sta avviando una serie di azioni volte a trasformare il quadro normativo del settore elettrico per coinvolgere anche il settore privato.

«Si tratta - ha detto Bekele - di fornire alimentazione adeguata, creare un sistema energetico più resiliente attraverso la diversificazione del mix di produzione e integrazione del sistema elettrico regionale e il commercio di energia, senza dimenticare l'accesso all'energia elettrica per tutti. Vi è grande necessità di sforzi concertati per sviluppare forti quadri istituzionali, normativi e giuridici in modo da creare un ambiente attraente per le imprese».

Il modello che si vuole applicare con lo sviluppo dell'eolico è quello che da qualche anno funziona con profitto tra Danimarca e Svezia, nel quale eolico e idroelettrico si combinano tra di loro, riuscendo a stabilizzare in maniera efficiente la produzione e la fornitura elettrica. E l'Etiopia già possiede una buona generazione idroelettrica che l'eolico può integrare consentendo uno sviluppo sostenibile,  basato su una fornitura d'energia stabile. E non è da sottovalutare il fatto che l'energia dal vento potrebbe evitare un eccesso di sfruttamento dell'idroelettrico, cosa che sta creando non pochi problemi nelle relazione con il vicino Egitto che a più riprese ha accusato l'Etiopia di abusare a suo svantaggio della risorsa idroelettrica.

Significativo, infine, il fatto che sull'eolico l'Etiopia si sia appoggiata a un'agenzia pubblica danese e dovrebbe far pensare il fatto che la Danimarca sia uno dei maggiori produttori al mondo di turbine eoliche.

Autore

Sergio Ferraris

Sergio Ferraris

Sergio Ferraris, nato a Vercelli nel 1960 è giornalista professionista e scrive di scienza, tecnologia, energia e ambiente. È direttore della rivista QualEnergia, del portale QualEnergia.it e rubrichista del mensile di Legambiente La Nuova Ecologia. Ha curato oltre cinquanta documentari, per il canale di Rai Educational Explora la Tv delle scienze. Collabora con svariate testate sia specializzate, sia generaliste. Recentemente ha riscoperto la propria passione per la motocicletta ed è divenatato felice possessore di una Moto Guzzi Le Mans III del 1983. Il sito web di Sergio Ferraris, giornalista scientifico. 

Ultime pubblicazioni