energia2-1130x300.jpg

Bollette, queste sconosciute

9 utenti domestici italiani su 10 non conoscono i propri consumi energetici

Efficienza energetica, rinnovabili e mercato libero, saranno una grossa incognita. Risulta complesso, infatti, esercitare delle scelte senza conoscere e gli italiani non sanno nemmeno i fondamentali dell'energia e cioè, i propri consumi. Da un'indagine realizzata dal sito Facile.it, infatti, emerge che la grande maggioranza degli italiani non conosce i propri consumi energetici, ragione per la quale è completamente disarmata di fronte a scelte importanti come quelle legate alla scelta dell'operatore nel mercato libero, o alla decisione di investire in efficienza energetica.

Per definire il fenomeno e capire quanti italiani conoscano effettivamente il proprio consumo di energia elettrica o gas, è stata posta una domanda a un campione di oltre 225.000 persone che tra il tra gennaio e aprile 2018 cercavano di documentarsi circa la nuova fornitura legate alle utenze domestiche. Risultato l'89% dichiara di non conoscere i propri consumi energetici e tutto nonostante gli organismi competenti stiano cercando di imporre alle aziende fornitrici, con molte difficoltà, di rendere più chiare le bollette.

Osservando i dati immessi dagli utenti in fase di preventivo, emerge che in media le persone sono più consapevoli rispetto ai consumi di energia elettrica (13,1% quelli che rispondono affermativamente alla domanda sui propri consumi), mentre solo l’8,3% ammette di conoscere quelli del gas.

«Essere coscienti dei propri consumi è fondamentale per poter identificare l’offerta più adatta alle esigenze della famiglia e fare una scelta consapevole riguardo al fornitore di luce e gas; scelta che può tradursi in un risparmio mensile importante. - afferma Mauro Giacobbe, amministratore delegato di Facile.it - Un elemento, questo, oggi ancora più rilevante se si considera che entro luglio 2019 gli italiani che ancora usufruiscono del mercato protetto dovranno obbligatoriamente passare a quello libero».

Analizzando i dati sulla base dei territori emerge che sono i residenti del Molise quelli maggiormente consapevoli dei propri consumi (15%); seguono i residenti in Veneto (13,3%) e nel Trentino Alto Adige (12,8%). Guardando la classifica nel verso opposto, invece, sono la Campania (8,4%), la Sicilia (9,1%) e la Calabria (9,6%) le regioni dove gli utenti dichiarano in percentuale minore di conoscere i propri consumi.

La situazione non varia di molto se si osservano le singole forniture. Per l’energia elettrica, i consumatori che più di tutti conoscono i propri consumi sono ancora una volta quelli di Molise e Veneto (rispettivamente il 18,8% e il 15,8%), seguiti questa volta da quelli dell’Emilia Romagna (14,6%). Le regioni dove si conoscono meno si confermano essere la Campania (9,6%), la Sicilia (10,1%) e la Calabria (11,3%). Per le richieste legate alla fornitura di gas, le aree con la percentuale più alta di richiedenti che conoscono i propri consumi sono il Veneto (10%), il Molise (9,8%) e l’Emilia Romagna (9,2%); quelle con le percentuali più basse Calabria (5,6%), Campania (5,9%) e Sicilia (6,3%).

Guardando alle grandi città, la situazione non cambia molto. Le più consapevoli risultano essere Milano (12,95%), Firenze (12,07%) e Genova (12,04%); quelle con le percentuali più basse sono Napoli (7,49%), Torino (9,56%) e Bari (9,75%).

È questa la situazione alla vigilia dell'abolizione del mercato tutelato. Il primo luglio 2019, infatti, dovranno passare al mercato libero ben 20 milioni di utenze, scegliendo le forniture più convenienti, cosa impossibile se mancano i fondamentali come la conoscenza dei propri consumi energetici. E c'è il rischio che le aziende approfittino di questa ignoranza degli utenti per privilegiare i propri fatturati.

I dati

Conosci i tuoi consumi di energia elettrica e gas?
Città
Milano 12,95%
Firenze 12,07%
Genova 12,04%
Venezia 11,21%
Roma 11,13%
Bologna 10,81%
Palermo 10,24%
Bari 9,75%
Torino 9,56%
Napoli 7,49%
Conosci i tuoi consumi di energia elettrica e gas?
Regione
Abruzzo 10,3%
Basilicata 10,7%
Calabria 9,6%
Campania 8,4%
Emilia Romagna 12,1%
Friuli Venezia Giulia 10,1%
Lazio 10,3%
Liguria 11,4%
Lombardia 11,8%
Marche 11,8%
Molise 15,0%
Piemonte 10,8%
Puglia 10,5%
Sicilia 9,1%
Toscana 11,4%
Trentino Alto Adige 12,8%
Umbria 9,8%
Valle d'Aosta n.d
Veneto 13,3%
Italia 11,2%

Autore

Sergio Ferraris

Sergio Ferraris

Sergio Ferraris, nato a Vercelli nel 1960 è giornalista professionista e scrive di scienza, tecnologia, energia e ambiente. È direttore della rivista QualEnergia, del portale QualEnergia.it e rubrichista del mensile di Legambiente La Nuova Ecologia. Ha curato oltre cinquanta documentari, per il canale di Rai Educational Explora la Tv delle scienze. Collabora con svariate testate sia specializzate, sia generaliste. Recentemente ha riscoperto la propria passione per la motocicletta ed è divenatato felice possessore di una Moto Guzzi Le Mans III del 1983. Il sito web di Sergio Ferraris, giornalista scientifico. 

Ultime pubblicazioni

Contattaci