edilizia-1130x300.jpg

Cambiare comportamento fa risparmiare energia

Enea promuove un progetto agli Stati Generali dell’Efficienza energetica basato sul cambiamento comportamentale per tagliare i consumi

Se l’efficienza energetica è definibile come una miniera parzialmente inesplorata, capace di offrire notevoli potenziali in termini di risparmio energetico, anche la consapevolezza di poter risparmiare adottando misure virtuose è un’ulteriore "vena" da esplorare per tagliare i consumi.

Secondo l’Unione Europea e l’Agenzia Internazionale per l’Energia, i cambiamenti comportamentali in grado di far crescere la domanda di efficienza energetica potrebbero consentire un risparmio energetico dal 5 al 20%. Stiamo parlando di comportamenti direttamente collegati all’uso ottimale delle tecnologie correnti o quelli più strettamente legati a un vero e proprio cambiamento culturale.

Il report ENEA

Ma come è possibile innescare un procedimento mirato a ottenere risultati? Una risposta la offre “Cambiamento comportamentale ed efficienza energetica”, report degli Stati Generali Efficienza energetica, progetto condotto e promosso da Enea in collaborazione con Efficiency Know, presentato presso il ministero dello Sviluppo economico. Il documento traccia un

percorso rivolto agli operatori, ai consumatori, ai policy maker, fornendo loro uno strumento utile da inserire nella “cassetta degli attrezzi” delle politiche e delle strategie per l’efficientamento energetico”.

Si tratta di una guida con strategie e programmi basati sull’informazione, sull’interazione sociale e su educazione e formazione. Tra i programmi di informazione rientrano, per esempio, quelli basati su Resoconti di Energia Domestica (RED), particolarmente significativi se si considera che esperienze internazionali contano su un coinvolgimento di oltre 8,9 milioni di famiglie nel 2013 con un risparmio energetico totale stimato in circa 11 TWh dall’inizio del programma. Come sottolinea il report, i programmi RED sono solitamente remunerativi e consentono ai clienti residenziali di risparmiare tra 1,2 e 2,2% all’anno di energia elettrica.

Il ruolo dei termostati intelligenti

Il report, tra l’altro, tratta del contributo offerto dai nuovi termostati intelligenti.  Sono strumenti, negli studi pilota, in grado di assicurare un risparmio energetico quasi doppio rispetto ai tradizionali termostati programmabili.

I potenziali risparmi in un’intera casa sono relativamente simili tanto per i dispositivi basati su informazioni quanto per quelli basati su controlli”, segnala il report, indicando che i primi dimostrano un risparmio di circa l’1%, con un potenziale massimo teorico fino al 15% i secondi consentono un risparmio dell’1% con un potenziale massimo teorico fino al 17%. Per i sistemi HVAC (Heating, Ventilation and Air Conditioning) in modo specifico, i dispositivi basati sulle informazioni raggiungono risparmi rispettivamente del 2-22% e i dispositivi basati sul controllo consentono un risparmio del 2-16%.

Gli studenti universitari e l’efficienza energetica

Il report si focalizza anche sulla percezione dell’importanza di adottare pratiche di risparmio energetico. Un capitolo, infatti, è dedicato ai risultati della consultazione pubblica sulla sinergia tra efficienza energetica, innovazione tecnologica e cambiamento comportamentale, dedicata al mondo universitario, promossa quest’anno dagli Stati Generali. Un target interessante in quanto gli studenti di ateneo rivestono il doppio ruolo di futuri consumatori e professionisti e, in molti casi, “sperimentatori” di un modello di vita indipendente da quella familiare.

Dalle risposte emerge un interesse attivo sulle questioni specifiche: il 92% è d’accordo che la riduzione dei propri consumi energetici sia da attuare subito, e già oggi il 62% sta individuando azioni per ridurre il proprio consumo energetico e comunque intende farlo nel corso del prossimo anno il 75% circa. Tra l’altro, il 66% degli studenti campione è convinto che tutti i percorsi di studio dovrebbero prevedere un modulo formativo dedicato all’efficienza energetica.

Condividi

Articoli correlati

Di' che ti piace su...

Autore

Andrea Ballocchi

Andrea Ballocchi

Andrea Ballocchi, giornalista e redattore free lance. Collabora con diversi siti dedicati a energie rinnovabili e tradizionali e all'ambiente. Lavora inoltre come copywriter e si occupa di redazione nel settore librario. Vive in provincia di Milano.

Ultime pubblicazioni