edilizia3-1130x300.jpg

Superbonus ed Ecobonus: tutti i benefici fiscali

Per orientarsi nel labirinto normativo del Decreto Rilancio, in arrivo una nuova brochure e una piattaforma dedicata per la presentazione delle richieste

Gli incentivi proposti dall’art. 119 del Decreto Rilancio sono sicuramente un’ottima opportunità, ma il contesto normativo, per l’intreccio di articoli e commi che presenta, è talvolta un po’ ostico ed é fonte di disorientamento anche per gli addetti ai lavori. Perché è vero che i requisiti per poter usufruire delle agevolazioni previste dall’Ecobonus 110% sono ormai abbastanza chiari e vincolanti, gli interventi devono essere di determinate tipologie e garantire il miglioramento di almeno due classi energetiche o per lo meno il raggiungimento di quella più alta possibile.  Ma un po’ meno noto è forse che lo stesso Decreto Rilancio, in base all’art. 121, ha reintrodotto la possibilità di richiedere lo sconto in fattura e la cessione del credito, pari al 50% per le spese relative agli interventi di ristrutturazione edilizia e al 65% per gli interventi di riqualificazione energetica che non rientrano nell’ambito di applicazione del Superbonus. Il rischio di perdersi tra i cavilli normativi è quindi abbastanza facile.

Da Hoval un utile strumento operativo

La responsabilità nei confronti dell’energia e dell’ambiente è da sempre uno dei punti fermi della mission  Hoval, per la quale il Decreto Rilancio rappresenta un’opportunità e al tempo stesso una sfida: per questo motivo l’azienda è impegnata ad affiancare i partner per aiutarli ad affrontare insieme nuovi progetti e sfruttare pienamente le detrazioni fiscali offerte dal nuovo contesto normativo. E per renderle più facilmente comprensibili ha realizzato una brochure dedicata.

La brochure passa in rassegna le soluzioni Hoval che rientrano nei parametri previsti dal Superbonus e dall’Ecobonus, tutte rigorosamente certificate: generatori di calore a condensazione, pompe di calore elettriche, caldaie a biomassa, collettori solari, scaldacqua a pompa di calore e sistemi ibridi a pompa di calore costituiti dalla pompa di calore abbinata alla caldaia a condensazione a gas o a gasolio. Per ogni tipologia di impianto vengono indicati l’ambito normativo e di applicazione, l’importo massimo detraibile e la detrazione prevista. Tutte le soluzioni Hoval sono digitalizzate  e, proprio grazie ai sistemi di regolazione Hoval Digital  sono più efficienti e quindi consentono di rispondere meglio ai requisiti normativi.

Una piattaforma per semplificare l’iter burocratico

Hoval è da sempre al fianco dei suoi partner per aiutarli ad accrescere il business e anche in questo caso è pronta a mettere a disposizione tutte le sue competenze, offrendo una consulenza personalizzata e l'opportunità della cessione del credito di imposta del 65% e del 50%.  Se l’installatore oppure il cliente finale decidono di scegliere lo sconto in fattura, lo sconto verrà anticipato dal fornitore che ha eseguito l’intervento di riqualificazione che potrà decidere se recuperare l’importo sotto forma di credito d’imposta in dieci quote annuali o cedere a sua volta il credito d’imposta ad Hoval. Per semplificare l’iter burocratico di presentazione della pratica, ha infine creato una piattaforma dedicata in cui step by step si illustrano al cliente tutti i passi da affrontare.