energia3-1130x300.jpg

Energia in città

Molte città nel mondo si stanno dotando di piani autonomi contro i cambiamenti climatici

La città sono fonte di problemi sul fronte climatico, ma possono essere anche essere parte della soluzione e alcune di loro stanno guidando la battaglia mondiale contro il cambiamento climatico. Sono oltre 1.200 le giurisdizioni e i governi locali in 23 Paesi, per oltre 280 milioni di cittadini, quelle che hanno dichiarato l'emergenza climatica. Comprese Milano, Londra e Varsavia. Lo afferma il think tank ambientale REN21 nel suo "Global status report" del 2019 sull'uso delle energie rinnovabili nelle città.

«Un messaggio importante che emerge dal report è che molte città capiscono che stanno soffrendo in maniera diretta a causa dell'uso di combustibili fossili. Cambiare verso un sistema efficiente e rinnovabile è l'unico modo per uscirne», afferma il segretario esecutivo di REN21, Rana Adib. Secondo la ricerca, infatti il 70% dei centri urbani subisce già oggi gli effetti del cambiamento climatico. Basti pensare alle ondate di calore che sono aumentate in Europa di un fattore dieci negli ultimi quaranta anni.

In Europa, 71 città hanno obiettivi per raggiungere il 100% dell'uso di energia rinnovabile, e almeno 137 hanno target stringenti sull'utilizzo di risorse rinnovabili.

Ben 236 centri urbani europei hanno stabilito "zone a basse emissioni" in cui è limitata o vietata la circolazione dei veicoli più inquinanti. Nel resto del mondo, solo tre città hanno preso iniziative simili. Cosa che fa pensare al fatto che l'Europa possa tracciare una road map efficace sul fronte della lotta ai cambiamenti climatici da parte degli agglomerati urbani.

Fra i casi italiani, il report cita Oristano, Rimini e Verbania come alcune delle città con ambiziosi target di riduzione delle emissioni, e Milano per quanto riguarda gli obiettivi sul miglioramento della qualità dell'aria.

Autore

Sergio Ferraris

Sergio Ferraris

Sergio Ferraris, nato a Vercelli nel 1960 è giornalista professionista e scrive di scienza, tecnologia, energia e ambiente. È direttore della rivista QualEnergia, del portale QualEnergia.it e rubrichista del mensile di Legambiente La Nuova Ecologia. Ha curato oltre cinquanta documentari, per il canale di Rai Educational Explora la Tv delle scienze. Collabora con svariate testate sia specializzate, sia generaliste. Recentemente ha riscoperto la propria passione per la motocicletta ed è divenatato felice possessore di una Moto Guzzi Le Mans III del 1983. Il sito web di Sergio Ferraris, giornalista scientifico. 

Ultime pubblicazioni