ambiente-1130x300.jpg

Conosci l'impatto del tuo stile di guida su ambiente e portafogli?

Ecco il test voluto dalla Comunità Europea che chiunque può fare online per sapere quanto consuma la propria auto e le emissioni di CO2 prodotte
  • guidare

    guidare

Conoscere l’auto come le proprie tasche: in tanti, magari mossi anche da “affetto” verso la macchina più amata dagli italiani, pensano di avere questa dote. Ma se venisse loro chiesto quali sono i consumi della vettura e/o le emissioni che essa produce, saprebbero dare numeri almeno approssimativamente giusti? Oggi, anche i meno esperti, potranno dare una risposta a queste domande grazie a “green driving”, un tool ovverosia un “giochino” (molto serio però) online messo a punto dal Centro comune di ricerca della Commissione Europea al fine di sensibilizzare i cittadini sul tema delle emissioni di anidride carbonica nel trasporto, all’interno delle iniziative europee per la decarbonizzazione dei trasporti in Europa e di riduzione dell’impatto dei veicoli sul riscaldamento globale. Grazie al test online presente sul sito - e disponibile anche in italiano - si può quindi individuare l’auto più adatta alle proprie esigenze con l’obiettivo di ridurre consumi ed emissioni. Abbiamo testato per voi green driving. Il sistema è estremamente intuitivo. Per prima cosa bisogna scegliere un percorso che può essere quello delle vacanze o, in alternativa, la strada che percorrete più spesso. A questo punto sceglierete, tra i 9 disponibili, il segmento della vostra auto. Indicare poi il carburante utilizzato con il relativo prezzo corrente, lo standard EURO, la cilindrata e la potenza. Per i super esperti del proprio veicolo, sarà possibile indicare la tipologia di cambio, il peso, il tipo di trazione, la classe di pneumatici e se siano presenti sistemi di start e stop o di recupero di energia in frenata. Ecco, già più di qualcuno, ora si sarà reso conto di non avere tutte le risposte alle varie opzioni indicabili. Tranquilli: potrete trovare i dati necessari nel libretto di circolazione del veicolo. A questo punto si potranno inserire i dati del viaggio che intendete fare: quanti sono i passeggeri in auto? Che stile di guida ha l’autista? Potrete poi indicare il peso indicativo dei bagagli o se sia presente un portapacchi. Molto interessante sarà fare verificare quanto si consumi (in più), in termini ambientali ed economici, utilizzando l’aria condizionata. Il calcolo finale, che si aggiorna ad ogni modifica di opzione, è quello complessivo (e non per passeggero). Lo strumento messo a punto dalla comunità europea risulta molto utile per avere coscienza dei consumi, per migliorare il proprio stile di guida e per avere (è il caso di dirlo) una “guida” nella scelta della prossima auto da acquistare in maniera consapevole e magari low carbon (ovviamente per ogni viaggio in cui non sia possibile un mezzo pubblico...).

Autore

Letizia Palmisano

Letizia Palmisano

Giornalista dal 2009, esperta di tematiche ambientali e “green” e social media manager. Collabora con alcune delle principali testate eco e scrive sul suo blog letiziapalmisano.it. È consulente sulla comunicazione 2.0 di aziende ed eventi green e docente di social media marketing. In 3 aggettivi: ecologista, netizen e locavora (quando si può).

Ultime pubblicazioni