energia-1130x300.jpg

Francia, incendio in una centrale nucleare. 5 intossicati

Nessun rischio di radioattività secondo la Prefettura che non ha ritenuto necessario il piano speciale di intervento

Un'esplosione si è verificata questa mattina intorno alle 10 nella centrale nucleare di Flamanville, nella Bassa Normandia, sulla Manica. L’incendio non ha riportato feriti gravi ma solo tanta paura per il rischio di radioattività, rischio scongiurato dopo pochissimo tempo dalla Prefettura che ha escluso il rischio di contaminazione nucleare.  Secondo i vigili del fuoco, l'esplosione e le fiamme che si sono sviluppate sono state segnalate nel reattore dell'impianto. Cinque sono le persone "leggermente intossicate" dopo l'esplosione secondo quanto hanno riferito i soccorsi sul posto, precisando che un reattore della centrale è stato "spento per precauzione".

La centrale di Flamanville, di proprietà della EDF (Électricité de France) possiede due reattori da 1300 megawatt ciascuno costruiti nel 1986 e nel 1987.

Olivier Marmion, direttore dell'ufficio del prefettura, ha rassicurato: "Si tratta di un evento tecnico significativo, ma non è un incidente nucleare", intanto è stata arrestata la produzione di energia del reattore 1, ma non è stato necessario attivare il piano speciale di intervento, proprio per l'assenza di qualsiasi rischio nucleare.

Nel sito è in costruzione anche un terzo reattore, che sarà pronto nel 2018, e che non risulta interessato dall’esplosione. 

Condividi

Di' che ti piace su...