edilizia3-1130x300.jpg

Smart Spaces: progettare in modo integrato

Superare le barriere fra le persone e gli spazi in cui vivono attraverso l’integrazione di tecnologie avanzate: se ne parlerà il 29 novembre a Bologna a Illuminotronica

Persone, ambienti e oggetti si connettono a processi di intelligenza artificiale e così, fisico e digitale si ricombinano trasformando la nostra quotidianità. Gli spazi a misura d’uomo si potranno in questo modo convertire in spazi a valore aggiunto grazie all’Internet of Things (IoT) o meglio, l’estensione di Internet al mondo degli oggetti e dei luoghi concreti. Si origina così uno spazio “smart” dove il mondo fisico ha una propria identità elettronica che può aumentare la produttività e innovare cambiando i concetti di fruizione del tempo e dello spazio.

Il 29 novembre, a partire dalle ore 10, si terrà il convegno “Human Centric Spaces: lo spazio 4.0 è a misura d’uomo e di business?” con l’obiettivo di dare al pubblico esempi pratici e spunti di metodo per l’applicazione del 4.0 e dell’IoT sia per gli immobili di nuova costruzione che per quelli già esistenti. Elisabetta Bracci, Facility Manager Jump Facility, porterà esempi e spunti per applicare i principi dell’IoT alle nuove costruzioni; Elisabetta Longhi, Risk & Property Director CRIF, parlerà dell’importanza di integrare i sistemi di gestione degli immobili nella strategia aziendale; Paola Gabrielli, architetto Politecnica, illustrerà come coniugare la bellezza di uno spazio con le necessità tecniche di supervisione e controllo; Gabriella Attanasio, Direttore Tecnico Politecnica, argomenterà l’affermazione “Il fornitore deve essere partner e deve essere in grado di usare appieno la tecnologia presente”; Giovanni Fracasso, Responsabile Comunicazione Scai Group, infine, spiegherà come fare la differenza ristrutturando attraverso l’implementazione di soluzioni che non stravolgano e che non richiedano investimenti di forte impatto.

Un esempio concreto è quello del Palazzo di Varignana Resort & Spa. A Varignana, frazione del Comune di Castel San Pietro Terme (Bologna), la società “Politecnica” ha realizzato 44 nuove camere e suite connesse alla struttura ricettiva del Palazzo Varignana Resort & Spa. L’adozione del Building Information Modeling, un metodo per ottimizzare la pianificazione, realizzazione e gestione di costruzioni tramite un software, si è rivelata essenziale per lo sviluppo del progetto. “La nostra forza – dichiara Paola Gabrielli, architetto, socio e consigliere - è da sempre l’integrazione di tutte le discipline specialistiche che concorrono alla progettazione dell’immobile e quindi abbiamo trovato in questo strumento il completamento digitale del nostro modo di lavorare. Così riusciamo ad avere un unico punto di contatto per lo sviluppo del lavoro di ogni membro del team”. Negli Smart Spaces, quindi, tecnologia e abitabilità devono necessariamente fondersi per creare “spazi umano-centrici” ed è quindi lecito chiedersi come è possibile fondere intelligenza artificiale e “calore” dell’abitazione. “Per quello che vedo, gli aspetti della tecnologia dentro l’edificio hanno ancora molta freddezza. La grande sfida è la fusione degli apparati nell’edificio nei vari esiti estetici e quindi creativi, perché sempre di più abbiamo necessità di ridare quell’aspetto simbolico, di calore, legato ad alcuni scenari della tradizione, al calore umano che vogliamo trovare nello spazio. In una parola, una visione meno fredda. Ancora c’è da lavorare molto, ma siamo qui anche per questo”, conclude a questo proposito l’architetto Gabrielli.

Clicca qui per registrarti https://illuminotronica.it/registrazione/

 

 

Autore

Simone Valeri

Simone Valeri

Laureato in Scienze Ambientali presso l’Università degli Studi di Roma La Sapienza, attualmente frequenta la laurea magistrale in Ecobiologia. Divulgare, informare e sensibilizzare per creare consapevolezza ecologica: fermamente convinto che sia il modo migliore per intraprendere la via della sostenibilità. Per questo, e soprattutto per passione, realizza un sito web (ecologicalrevolutionblog) ed inizia a collaborare con testate giornalistiche del settore.

Ultime pubblicazioni