ambiente4-1130x300.jpg
  • Home
  • AMBIENTE
  • Gelo siberiano in arrivo, come proteggere i contatori

Gelo siberiano in arrivo, come proteggere i contatori

Alcuni consigli per proteggere gli impianti in caso di temperature sotto lo zero

L’allerta meteo è ormai vicina, da tempo si sente parlare del nucleo di aria molto fredda in arrivo dalla Siberia verso l'Europa, la data di arrivo di Burian (questo il nome del vento gelido che soffia da nord-est) prevista per l’Italia è il 25 febbraio. Secondo le previsioni, nei prossimi giorni questo vento gelido investirà la Penisola, portando giornate di pioggia e neve dappertutto e le temperature minime potrebbero scendere anche a -11 gradi, mentre le massime potrebbero attestarsi attorno allo 0.

Ecco perché diversi gestori dei sistemi idrici stanno diffondendo dei consigli per gli utenti ad adottare misure precauzionali di cura del proprio contatore dell’acqua, soprattutto quando questi sono collocati all’esterno delle abitazioni, in locali non isolati o non riscaldati, oppure in abitazioni poco utilizzate.

Solo seguendo questi consigli si potrà evitare il pericolo di rotture o interruzioni dell’erogazione dell’acqua. Bisogna sapere inoltre che il Regolamento del Servizio idrico integrato, indica l’utente come il solo responsabile della corretta custodia del contatore di competenza.

Ecco alcuni dei suggerimenti diffusi:

- proteggere i dispositivi con materiali isolanti, come polistirolo o poliuretano espanso, facilmente reperibili presso rivenditori del settore edile e ricordarsi di lasciare scoperto il quadrante delle cifre, per consentire l’eventuale lettura del contatore Sconsigliato avvolgere le tubature con lana di vetro o stracci, che assorbono acqua e possono peggiorare la situazione;

- se il contatore si trova in un fabbricato disabitato nel periodo invernale, chiudere il rubinetto a monte del misuratore e provvedere allo svuotamento dell'impianto, negli altri casi, in genere, è sufficiente verificare che siano ben chiusi i vani di alloggiamento del contatore;

- se ad un controllo il contatore risultasse congelato, ma non ancora rotto, è assolutamente sconsigliato manovrare le valvole di afflusso e chiusura o scongelarlo con fiamme libere e fonti intense di calore (lo stress provocato ai materiali di cui è composto l’impianto potrebbe danneggiarlo in modo irreparabile); è consigliabile piuttosto avvolgere il contatore con una coperta vecchia o con fogli di giornale, aspettando con pazienza che si scongeli, oppure utilizzare una fonte di calore modesta, come un asciugacapelli;

- se la temperatura esterna dovesse rimanere per più giorni al di sotto dello zero, nell’impossibilità di adottare le precauzioni indicate si consiglia di lasciare che da un rubinetto fuoriesca un filo d’acqua;

- In caso di rottura dell’impianto, è necessario mettersi subito in contatto con i numeri di emergenza affinché si attivi la procedura di sostituzione o riparazione del contatore.