Distretto produttivo regionale

Tera porta in Europa Beeta

L'azienda, espressione della Puglia migliore, è partner del Distretto La Nuova Energia e membro del Comitato di Distretto

Scritto da il 27 settembre 2016 alle 12:00 | 0 commenti

Tera porta in Europa Beeta

L’applicazione BEETA di Tera, azienda con sede a Conversano, partner del Distretto La Nuova Energia e membro del Comitato di Distretto, è stata selezionata dal progetto FI-IMPACT di Fiware, community indipendente che raccoglie aziende e professionisti impegnati nell’implementazione di standard e soluzioni utilizzando una piattaforma software pubblica, royalty-free e in grado di abilitare facilmente applicazioni nei più diversi settori. Per la community, BEETA è una delle soluzioni a più alto impatto di mercato tra quelle proposte dalle 800 aziende che hanno partecipato alla call europea per sviluppare applicazioni innovative.

BEETA è una soluzione in grado di risolvere i problemi di bassa performance nella produzione di energia elettrica da fotovoltaico, nonché contenere gli alti consumi di energia nelle abitazioni e nei piccoli edifici. BEETA aiuta l’utente a risparmiare sulla bolletta elettrica e massimizzare il ritorno d’investimento sugli impianti fotovoltaici. L’applicazione agisce su tre livelli: monitoraggio – BEETA è in grado di analizzare i consumi energetici degli utenti e di confrontarli con quelli di altri utenti-tipo, ma anche di paragonare i consumi sulla base di diversi parametri, ad esempio i mesi precedenti; consigli specifici – sulla base dei consumi dell’utente, l’applicazione fornisce pratici ed utili consigli su come risparmiare energia; automazione – ad un livello più complesso, BEETA è in grado di agire direttamente sui consumi di energia in un’ottica di risparmio, ad esempio mettendo in funzione gli elettrodomestici nelle fasce orarie meno costose. In poche parole: bollette più economiche, riduzione delle emissioni di CO2, riduzione dei costi di produzione e aumento dei profitti per i possessori di impianti fotovoltaici inferiori ai 100KWp.

Il Distretto produttivo La Nuova Energia è orgoglioso di rappresentare a livello politico-istituzionale un’azienda come la Tera, ritenuta un fiore all’occhiello dell’economia locale. Non manca di complimentarsi con l’ingegner Sacchetti, CEO di Tera, il Presidente del Distretto, Giuseppe Bratta, secondo cui «il riconoscimento ottenuto da Tera è l’espressione tangibile della competenza delle aziende pugliesi che hanno avuto la forza e la tenacia per superare la crisi del settore della green economy e dell’efficienza energetica, puntando sulle professionalità del territorio e del sistema produttivo. Il caso di Tera è solo uno dei tanti esempi di aziende sane e competenti che come Distretto ci fregiamo di rappresentare, in grado di competere ai massimi livelli, anche oltre i confini nazionali. Come Distretto, continueremo a lavorare, tra le altre cose, per affiancare e sostenere le eccellenze pugliesi come Tera».

TERA è attualmente impegnata nell’IoT e in diversi segmenti dell’approccio I4.0: sistemi di profilazione e di gestione energetica degli edifici (comprese fonti rinnovabili e storage), predictive maintenance; sistemi per l’efficienza energetica di powertrain con trasmissione idraulica, sistemi per il monitoraggio e gestione di parametri nella logistica del freddo e nello smart agricolture.


Rispondi

Nome (richiesto)

Email (richiesta, non verrà pubblicata)

Sito web (opzionale)


Condividi


Tag


L'autore

Redazione Web


Il solare termico, corso online
Focus, la rivoluzione della domotica
Klimahouse 2017
RUBNER
AQUAFARM
BANCA ETICA
SIFET
BUILDING INNOVATION

ANICA
tekneco è anche una rivista
la tua azienda su google maps

Più letti della settimana



Continua a seguire Tekneco anche su Facebook:

Altri articoli in Energia Alternativa
Copy-of-Lucy-in-the-clouds-hero
Lucy, la lampada che riflette il sole in casa

In meno di 6 ore, la start up italiana Solenica, ha superato su Indiegogo il goal di 50mila dollari e continua a raccogliere fondi

smd-562231_1920
Led: mercato in aumento

I sistemi led ad alta efficienza e smart hanno un futuro notevole. Il mercato è in crescita almeno del 106% in quattro anni

Close