distretto produttivo

Rinnovabili non FV, incentivi e modalità di fruizione

La Nuova Energia e Poliba promotori del seminario di approfondimento sul decreto rinnovabili

Scritto da il 28 luglio 2016 alle 10:05 | 0 commenti

Rinnovabili non FV, incentivi e modalità di fruizione

Grande successo per il seminario tecnico “Le opportunità per le energie rinnovabili e gli adempimenti per coglierle in tempo”, tenutosi  presso il Politecnico di Bari e organizzato da Distretto La Nuova Energia, Poliba e Ordine degli Ingegneri, con il patrocinio di ARTI – Agenzia Regionale per la Tecnologia e l’Innovazione e DITNE – Distretto Tecnologico Nazionale sull’Energia. Il seminario, rivolto ad aziende ed operatori del settore della green economy, è stato l’occasione per fare chiarezza sul Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico dello scorso 23 giugno, entrato in vigore il 15 luglio, che aggiorna i meccanismi di incentivazione degli impianti a fonti rinnovabili diversi dal fotovoltaico, così come previsti dal precedente decreto ministeriale del 6 luglio 2012.

Dopo i saluti istituzionali del Presidente del Distretto La Nuova Energia, Giuseppe Bratta, e del Magnifico Rettore del Politecnico di Bari, Eugenio Di Sciascio, l’incontro, moderato dal Vicepresidente del Distretto La Nuova Energia, Riccardo Amirante, è entrato nel vivo. Al Direttore del Dipartimento per lo Sviluppo Economico della Regione Puglia, Domenico Laforgia, il compito di aprire i lavori con la presentazione dello scenario energetico nazionale e regionale e le future opportunità per aziende e professionisti pugliesi in vista dell’imminente lancio di bandi regionali sull’efficienza energetica. A seguire, il Responsabile Impianti a Fonti Rinnovabili del GSE, Andros Racchetti, ha esaminato nel dettaglio il nuovo Decreto ministeriale, individuando affinità e differenze con il precedente.

Il decreto è di notevole interesse, visto che prevede incentivi per circa 9 miliardi nei prossimi 20 anni: un investimento notevole che intende promuovere l’efficacia, l’efficienza e la sostenibilità degli oneri di incentivazione per poter perseguire gli obiettivi della strategia energetica nazionale e il graduale adattamento alle linee guida in materia di aiuti di stato per l’energia e l’ambiente. Nuove e più semplici le modalità di accesso agli incentivi, che riguardano sia gli impianti già esistenti che i nuovi impianti, per i quali è prevista l’apertura di un apposito registro. “L’iniziativa – ha dichiarato il presidente del Distretto La Nuova Energia, Giuseppe Bratta, a valle dell’evento – rientra tra le attività previste dal protocollo siglato recentemente da Distretto e Politecnico di Bari, volto a promuovere una strategia di co-innovazione per fare della Regione Puglia un hub energetico internazionale di competenze, prodotti e servizi di altissimo valore. Il successo del seminario tecnico di oggi, che ha visto la partecipazione di oltre 200 rappresentanti di aziende e professionisti provenienti da tutto il territorio regionale, dimostra come il tema delle rinnovabili sia molto caro agli operatori della green economy e quanto fosse attesa un’azione del Governo su questo fronte”.

 


Rispondi

Nome (richiesto)

Email (richiesta, non verrà pubblicata)

Sito web (opzionale)


Condividi


Tag


L'autore

Redazione Web


Il solare termico, corso online
Focus, la rivoluzione della domotica
Klimahouse 2017
RUBNER
AQUAFARM
BANCA ETICA
SIFET
BUILDING INNOVATION

ANICA
tekneco è anche una rivista
la tua azienda su google maps

Più letti della settimana



Continua a seguire Tekneco anche su Facebook:

Altri articoli in Energia Alternativa
Clima Emissioni
Cattivo clima sull’Europa

La Commissione europea fissa i nuovi obiettivi per il clima. Secondo gli ambientalisti italiani sarebbero troppo bassi

polibal
Lo sfruttamento delle fonti energetiche rinnovabili diverse dal fotovoltaico

Gli incentivi e le modalità di fruizione per le imprese di settore

Close