Efficienza energetica

Fare cultura nel settore del risparmio energetico

Cinque passi per sensibilizzare gli operatori del settore e gli utenti al risparmio energetico

Scritto da il 16 marzo 2016 alle 8:00 | 0 commenti

Fare cultura nel settore del risparmio energetico

Le normative spingono verso una sempre maggiore attenzione al risparmio energetico. Si rende necessaria così una proposta articolata e diversificata, per sensibilizzare gli operatori del settore e gli utenti finali: questi i cinque passi, espressi con sintesi, ma nella loro essenza molto efficaci e promettenti, che le aziende associate si sono impegnate a perseguire, in sinergia e sotto l’egida di ANICA :

• Incoraggiare la riqualificazione degli impianti obsoleti presso l’utente finale tramite la diffusione di informazioni sul risparmio energetico e sugli incentivi a favore dell’efficienza energetica;

• Favorire la realizzazione di impianti a regola dell’arte, nel rispetto delle normative tecniche e della legislazione vigente in materia, sviluppando dei percorsi di formazione professionale per gli operatori del settore;

• Promuovere il controllo e la manutenzione degli impianti per garantire il mantenimento nel tempo della sicurezza e delle prestazioni originarie dell’impianto;

• Sensibilizzare e formare i giovani sul risparmio energetico tramite open days, stage aziendali, concorsi e sinergie con gli istituti nel territorio nazionale;

• Diffondere le informazioni relative alla normativa di settore, con particolare riferimento ai regolamenti europei relativi ai requisiti di progettazione Ecocompatibile e di etichettatura energetica.

ANICA – Associazione nazionale industrie caldaie acciaio – è presente in Italia dal 1981 e riunisce alcune tra le più importanti aziende del settore del riscaldamento in Italia. Tra i suoi obiettivi, la divulgazione di know-how, per formare in modo professionale e strutturato gli operatori del settore e creare una cultura condivisa di consapevolezza e responsabilità intorno al tema del risparmio energetico. Un concetto che coinvolge e tocca trasversalmente anche l’utente finale, cui ANICA si rivolge promuovendo la sostituzione della caldaia, nell’ottica di una riduzione dei consumi e del risparmio energetico.

Inoltre ha di recente rinnovato la composizione del suo consiglio direttivo, che oggi risulta così costituito:

• David Herzog (Presidente) Hoval

• Stefania Giacometti (Vicepresidente) Paradigma

• Alberto Zerbinato ICI caldaie

• Claudio Vicini Baltur

• Luigi Secco Sile

 

 

 

 

 

 

 

 


Rispondi

Nome (richiesto)

Email (richiesta, non verrà pubblicata)

Sito web (opzionale)


Condividi


Tag


L'autore

Redazione Web


SOLAR ASSET MANAGEMENT
SIFET
NEXT ENERGY
SOLAR ASSET MANAGEMENT
BUILDING INNOVATION

ANICA
BTicino
tekneco è anche una rivista
la tua azienda su google maps

Più letti della settimana



Continua a seguire Tekneco anche su Facebook:

Altri articoli in Energia Alternativa
ANICA Caldaie
Caldaie, la rivoluzione passa anche dalla formazione

Con un mercato in fermento per la necessità di svecchiare apparecchi obsolescenti, diventa basilare formare i futuri professionisti. Da qui la proposta di ANICA

lavoro
Le rinnovabili rallentano la corsa in Europa, resta buona la posizione dell’Italia

Il rapporto EurObserv'ER denota il calo degli occupati in Europa, ma l’eolico resta il principale volano di crescita e occupazione

Close