azienda premium

Porte Rubner per il nuovo Museo della Montagna di Messner

Lo studio di Zaha Hadid si avvale della collaborazione di Rubner Porte per il Messner Mountain Museum, il Museo della montagna di Reinhold Messner

Pubblicato da Tekneco Aziende il 12 novembre 2015 alle 11:00

Sorge in vetta al Plan de Corones, posizionato tra le Dolomiti Patrimonio Mondiale UNESCO e le Alpi dello Zillertal, il nuovo e sesto museo della montagna di Reinhold Messner, vera e propria leggenda dell’alpinismo internazionale. Un tributo alla roccia e alla vita degli alpinisti grazie alle collezioni uniche costituite da immagini e oggetti che Messner ha raccolto nel corso delle sue innumerevoli esperienze ad alta quota. Oltre a una vista mozzafiato, Il Messner Mountain Museum MMM, a 2.275 di altitudine, offre un importante contributo alla storia della montagna nel cuore dell’Alto Adige. Attraverso l’unione di tradizioni e culture tedesche, italiane e ladine, rappresenta, infatti, sia per i suoi contenuti sia per l’unicità del progetto, un inedito incontro culturale.

A partire dalla firma di Zaha Hadid, architetto di fama mondiale, che ha realizzato il concept architettonico del museo interpretando alla perfezione il tema delle grandi pareti e della disciplina principe dell’alpinismo. Per un progetto di tale portata, lo studio di Zaha Hadid ha deciso di avvalersi della collaborazione di Rubner Porte, azienda del Gruppo Rubner specialista da oltre quarant’anni nella progettazione e produzione di porte artigianali uniche e completamente ‘su misura’ per interni ed esterni. A fronte della collaborazione tra Zaha Hadid e Max Kucera, responsabile di Rubner Porte, l’azienda altoatesina ha messo in campo tutta la propria esperienza realizzando porte interne personalizzate in perfetta sintonia con il progetto. Vera e propria sfida architettonica, l’edificio del MMM Corones ha come elemento centrale le sue grandi pareti, simbolo rappresentativo dell’alpinismo e, in questo contesto davvero suggestivo, le porte Rubner rappresentano un elemento connotante. A filo parete in superfice laminata e laccata dal pavimento al soffitto, con elementi e cerniere a scomparsa, le porte di Rubner sono in grado di uniformarsi alla perfezione con il resto dell’edificio in cemento. Da sempre, infatti, Rubner Porte si affida alla tradizione artigianale realizzando porte interne e portoncini esclusivamente in pregiate essenze legnose laccate RAL, riuscendo a coniugare un materiale come il legno con i più moderni elementi e alle tecnologie più innovative. Come ciascun particolare del museo, anche le porte di Rubner sono state trasportate via camion sino a 2.275 m di altezza. L’azienda ha garantito la massima flessibilità soprattutto a causa delle condizioni metereologiche spesso avverse che hanno richiesto di rimandare spesso i lavori.



Continua a seguire Tekneco anche su Facebook:

Altri articoli in Edilizia Bio
infrastrutture
Immobili e infrastrutture, dal disuso a nuova vita

Dalle caserme alle linee ferroviarie, sono diverse le infrastrutture e gli immobili che potrebbero rinascere se riutilizzati e valorizzati

Lariofier
Klimahouse, la prima volta di Como

Visite guidate, tempi e costi sotto controllo, comfort e ridotto consumo energetico. Ricco il programma della prima edizione di ComoCasaClima

Close