Tecnologie

Robot efficienti per l’energia

L'audit energetica delle abitazioni diventa robotizzata, grazie a una ricerca tutta italiana

Scritto da il 09 giugno 2014 alle 10:00 | 0 commenti

Robot efficienti per l’energia

Il consulente energetico ora è un robot. Tra breve, grazie a una creazione tutta italiana sarà possibile avere in famiglia un vero e proprio energy manager dedicato in grado di compiere nel giro di un mese una diagnosi energetica completa, terminata la quale l’automa segnalerà all’utente la ricetta per mettete a punto un taglio della bolletta energetica fino al 30%. L’ospite robotizzato specializzato nella cura energetica delle abitazioni è alto35 centimetri, si chiama Biro ed è alimentato, ovviamente, a energia fotovoltaica che genera con una serie di piccoli pannelli fotovoltaici di cui è dotato.

«Il robot – spiega Marco Santarelli, l’esperto di analisi delle reti che ha lavorato alla realizzazione del robot con un team formato da una serie di istituti di ricerca (Polo analisi delle reti e ingegneria sociale dell’universita’ di Chieti, Istituto dei sistemi complessi del Cnr, Istituto di ricerca e sviluppo Network srl) – fa così una fotografia energetica dell’appartamento: una diagnosi con l’obiettivo di capire in che modo è utilizzata l’energia, per individuare eventuali cause di sprechi e indicare quali interventi si possono attuare’ sia per valutare la fattibilità tecnica’, sia per quella economica delle azioni proposte, prevenendo gli atteggiamenti errati».

Grazie a un mix di software e hardware dedicati e a una serie di sensori, comprese delle telecamere a raggi infrarossi Biro per trenta giorni studia sia l’interno, sia l’esterno dell’abitazione, incrociando i dati interni con le condizioni climatiche esterne. Accensione e spegnimento delle luci, temperatura, intervento dei sistemi di climatizzazione e utilizzo degli elettrodomestici, nulla sfugge al robot che grazie ai sistemi a infrarossi è persino in grado di percepire le dispersioni di calore, il tutto per fornire al termine dell’indagine il verdetto circa le possibili opzioni per il risparmio energetico.

«Si tratta di un ospite prezioso – conclude Santarelli – basti pensare che la bolletta media della famiglia italiana potrebbe passare da 580 euro l’anno a 400, con un risparmio secco di 180 euro».


Rispondi

Nome (richiesto)

Email (richiesta, non verrà pubblicata)

Sito web (opzionale)


Condividi


Tag


L'autore

Sergio Ferraris

Sergio Ferraris, nato a Vercelli nel 1960 è giornalista professionista e scrive di scienza, tecnologia, energia e ambiente. È direttore della rivista QualEnergia, del portale QualEnergia.it e rubrichista del mensile di Legambiente La Nuova Ecologia. Ha curato oltre cinquanta documentari, per il canale di Rai Educational Explora la Tv delle scienze. Collabora con svariate testate sia specializzate, sia generaliste. Recentemente ha riscoperto la propria passione per la motocicletta ed è divenatato felice possessore di una Moto Guzzi Le Mans III del 1983.


BUILDING INNOVATION
SIFET
BANCA DEL FARE

ANICA
Hoval
BTicino
tekneco è anche una rivista
la tua azienda su google maps

Più letti della settimana



Continua a seguire Tekneco anche su Facebook:

Altri articoli in Edilizia Bio
3200155907_913d244d90_o
La frontiera del caldo e del freddo

I tetti sono la parte dell’edificio che è più esposta sia ai carichi termici estivi, sia agli agenti atmosferici invernali: un punto critico sotto il profilo dell’efficientamento energetico

manutenzione
A scuola d’efficienza energetica

L'efficienza energetica e la manutenzione degli impianti sono stati al centro di un'esperienza formativa a Roma.

Close