edilizia e mercato

Riqualificare casa? Un ottimo investimento

Investire nella riqualificazione energetica di un’abitazione rende più dei BTP

Scritto da il 31 maggio 2016 alle 9:00 | 0 commenti

Riqualificare casa? Un ottimo investimento

Photo: Pixabay.com


Investire nella riqualificazione energetica della propria casa è più redditizio dei Buoni del Tesoro poliennali, ossia dei titoli di Stato. Una battuta? No, è la conclusione cui è giunta una ricerca condotta per CNA Umbria dai centri studi Sintesi e Theorema (clicca qui per vedere il formato integrale in pdf).

Per capire meglio costi e benefici in 10 anni lo studio prende a esempio innanzitutto un intervento di riqualificazione standard da 20mila euro. Tra risparmi e rientri economici (detrazione al 65% Irpef + risparmio medio in bolletta) il risparmio totale decennale è di 25mila euro. Lo stesso studio evidenzia: in meno di 10 anni l’intervento si ripaga completamente con un risparmio medio per gli anni seguenti di 1.200 euro l’anno.
Ma i benefici non finiscono qui: infatti, è dall’analisi dei flussi di cassa a 30 anni che emergono gli spunti più significativi in termini di redditività finanziaria. Da qui si evidenzia che un investimento di questo tipo ha un rendimento netto del 14,5%; in confronto, i Buoni del Tesoro poliennali (Btp) a 30 anni hanno un rendimento – per di più lordo – del 2,7%. Anche nel caso di ipotesi avanzata, ossia di un intervento da 40mila euro, il rendimento netto derivante dall’investimento in riqualificazione energetica è prospettato al 10,3%.

Riqualificazione ed efficienza, parlano Boccia (Confindustria) e Testa (Enea)

Cifre e numeri stanno quindi dalla parte della riqualificazione edilizia nel segno dell’efficienza energetica. Concetti più volte emersi in questi giorni da più parti. A cominciare dal neopresidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, nella relazione alla assemblea pubblica annuale: «Nel segno dell’efficienza energetica riqualifichiamo gli edifici pubblici e le abitazioni civili, mettendo in piedi un programma nazionale. Si può partire dalle periferie», ha affermato il nuovo vertice della principale associazione delle imprese manifatturiere e dei servizi in Italia.
E negli stessi giorni anche Federico Testa, presidente Enea, ha affermato: «un progetto innovativo di riqualificazione delle aree urbane potrebbe integrare i fondi europei con risorse private e incentivi statali destinati a interventi strutturali e di efficienza energetica in edifici pubblici e privati».
L’Agenzia nazionale per l’efficienza energetica (che ha realizzato e presentato la campagna nazionale per l’efficienza energetica, Italia in Classe A, promossa dal Ministero dello Sviluppo Economico) ricorda che in Italia esistono più 13 mila edifici pubblici che consumano ogni anno 4,3 TWh di energia, che conseguono una spesa totale di 644 milioni di euro. Di questi circa il 20% è quello più energivoro con un consumo pari a 1,2 TWh ed una spesa di 177 milioni di euro. Dalle stime fatte dalla stessa Agenzia, è possibile ridurre di oltre il 40% il consumo di questi edifici più inefficienti, con un risparmio pari a 73 milioni di euro, mettendo in campo interventi sull’involucro edilizio e sugli impianti, ma anche un cambio di comportamenti negli usi energetici.


Rispondi

Nome (richiesto)

Email (richiesta, non verrà pubblicata)

Sito web (opzionale)


Condividi


Tag


L'autore

Andrea Ballocchi

Andrea Ballocchi, giornalista e redattore free lance. Collabora con diversi siti dedicati a energie rinnovabili e tradizionali e all'ambiente. Lavora inoltre come copywriter e si occupa di redazione nel settore librario. Vive in provincia di Milano.


Il solare termico, corso online
Focus, la rivoluzione della domotica
Klimahouse 2017
RUBNER
AQUAFARM
BANCA ETICA
SIFET
BUILDING INNOVATION

ANICA
tekneco è anche una rivista
la tua azienda su google maps

Più letti della settimana



Continua a seguire Tekneco anche su Facebook:

Altri articoli in Edilizia Bio
domotica ed edilizia
La domotica valore aggiunto per l’edilizia

La domotica beneficia degli ecobonus ed è una spinta per l'edilizia e per le imprese artigiane specializzate nell'impiantistica

edilizia sostenibile
Duttile, isolante, green: i vantaggi del calcestruzzo + PET in edilizia

L’idea di una startup siciliana apre alla realizzazione di materiali costruttivi con potenzialità antisismiche, oltre che isolanti e di risparmio energetico

Close