Edilizia sistema incentivi

Anno nuovo, ecobonus rinnovati

Anche per il 2017 si potrà contare sulle detrazioni fiscali per interventi di riqualificazione energetica e ristrutturazione. Con qualche novità

Scritto da il 10 gennaio 2017 alle 10:47 | 1 commento

Anno nuovo, ecobonus rinnovati

“Anno nuovo, vita nuova” si dice. Per il 2017 appena cominciato si potrà aggiungere anche “ecobonus prorogati” visto che il Parlamento ha approvato anche per l’anno in corso le detrazioni fiscali sugli interventi di efficienza energetica e di ristrutturazione edilizia. Tutte misure pubblicate in Gazzetta Ufficiale.
Le novità più significative riguardano gli interventi di riqualificazione energetica di parti comuni degli edifici condominiali, che godranno di una proroga quinquennale: la norma segnala, in particolare, che per le spese sostenute dal primo gennaio dell’anno in corso al 31 dicembre 2021 per interventi di riqualificazione energetica “di parti comuni degli edifici condominiali, che interessino l’involucro dell’edificio con un’incidenza superiore al 25% della superficie disperdente lorda dell’edificio medesimo”, la detrazione spetta nella misura del 70%. È invece pari al 75% l’ecobonus cui può beneficiare chi ha sostenuto spese per interventi di riqualificazione energetica “relativi alle parti comuni di edifici condominiali finalizzati a migliorare la prestazione energetica invernale ed estiva” e che conseguano almeno la qualità media di cui al DM 26 giugno 2015. Le detrazioni sono calcolate su un ammontare complessivo delle spese non superiore a 40mila euro moltiplicato per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio.
In entrambi i casi le condizioni per richiedere l’incentivo passa attraverso saranno comprovate da professionisti abilitati mediante l’attestazione della prestazione energetica degli edifici di cui al già Decreto Ministeriale.
Per entrambi gli interventi segnalati la norma offre la possibilità, al posto della detrazione, che chi beneficia delle condizioni possa scegliere di cedere il credito corrispondente ai fornitori che hanno effettuato gli interventi, ossia all’impresa che ha fatto i lavori, o a “soggetti privati”. Inoltre tali detrazioni sono usufruibili anche dagli istituti autonomi per le case popolari, per interventi realizzati su immobili di loro proprietà adibiti a edilizia residenziale pubblica.

 Gli interventi incentivati al 65%

L’ecobonus del 65% in tema di efficienza energetica riguarda:

  • interventi per la riqualificazione globale su edifici esistenti (interventi che facciano conseguire determinati miglioramenti delle prestazioni energetiche) per cui si possono detrarre fino a 100mila euro;
  • interventi mirati a coibentare pareti, tetti, solai, (fino a 60mila euro)
  • sostituzione di infissi e serramenti con altri e con particolari prestazioni di isolamento, (fino a 60mila euro);
  • installazione di pannelli solari termici (fino a 60mila euro);
  • acquisto e posa in opera delle schermature solari (fino a 60mila euro);
  • sostituzione della caldaia con un modello a condensazione (fino a 30mila euro);
  • installazione di pompe di calore ad alta efficienza e impianti geotermici a bassa entalpia (fino a 30mila euro);
  • acquisto e installazione di impianti di climatizzazione invernale a biomasse (fino a 30mila euro);
  • acquisto, installazione e messa in opera di sistemi di domotica, per il controllo da remoto di impianti di riscaldamento, produzione di acqua calda e climatizzazione nelle unità abitative (nessun valore massimo di detrazione).

Ristrutturazioni

È stata prorogata anche la detrazione Irpef del 50% per gli interventi di ristrutturazione edilizia che si eseguiranno durante tutto il 2017 con un limite massimo di 96mila euro.
La proroga riguarda anche la detrazione (sempre del 50%) per l’acquisto di abitazioni facenti parte di edifici interamente ristrutturati da imprese. La detrazione sarà da applicare sul 25% del prezzo d’acquisto, sempre sul massimale di 96mila euro.


Commenti

È stato inserito 1 commento.

Rispondi

Nome (richiesto)

Email (richiesta, non verrà pubblicata)

Sito web (opzionale)


Condividi


Tag


L'autore

Andrea Ballocchi

Andrea Ballocchi, giornalista e redattore free lance. Collabora con diversi siti dedicati a energie rinnovabili e tradizionali e all'ambiente. Lavora inoltre come copywriter e si occupa di redazione nel settore librario. Vive in provincia di Milano.


Il solare termico, corso online
Focus, la rivoluzione della domotica
Klimahouse 2017
RUBNER
AQUAFARM
BANCA ETICA
SIFET
BUILDING INNOVATION

ANICA
tekneco è anche una rivista
la tua azienda su google maps

Più letti della settimana



Continua a seguire Tekneco anche su Facebook:

Altri articoli in Edilizia Bio
mattoni ecosostenibili
Il mattone “verde” piace

Dalle imprese alle startup, la realizzazione del mattone, simbolo delle costruzioni, è sempre più indirizzata alla ecosostenibilità. E alla solidarietà

cino zucchi
Nuovi approcci alla rigenerazione urbana, Cino Zucchi ospite a Klimahouse 2017

Tra gli attesi ospiti di Klimahouse 2017, a Fiera Bolzano dal 26 al 29 gennaio, l’architetto di fama internazionale Cino Zucchi

Close